5 segni di presenza di “troppo grasso” nel fegato. Attenzione

Il grasso può accumularsi in qualsiasi parte del corpo, compreso il fegato. La presenza di piccole quantità di grasso nel secondo organo più grande del corpo è normale, ma una quantità eccessiva può causare gravi complicazioni per la salute. La malattia del fegato grasso non alcolico o steatosi è una condizione comune che “si verifica in persone che non sono forti bevitori”. La condizione colpisce un adulto su tre e un bambino su 10 negli Stati Uniti, afferma la Cleveland Clinic. In alcuni casi può causare danni al fegato, ma la buona notizia è che è possibile invertire la tendenza con cambiamenti e abitudini di vita sane. Mangia questo, non quello! Health ha parlato con John Angstadt, Direttore della Chirurgia Bariatrica e Mininvasiva dell’Ospedale Universitario di Staten Island, che ha spiegato cosa sapere sulla steatosi e quali sono i segni della sua presenza. Continuate a leggere e, per garantire la vostra salute e quella degli altri, non perdetevi questi segnali sicuri di aver già contratto la steatosi.

#1 Perché si può avere un eccesso di grasso nel fegato

Il Dr. Angstadt spiega: “Il problema di salute del fegato e del grasso è il grasso che si deposita nel fegato. Dal punto di vista medico, questa condizione viene chiamata steatosi. Si ha la steatosi quando la quantità di grasso nel fegato supera il 5% del suo peso. Il grasso si deposita nel fegato quando si consumano calorie in eccesso. Qualsiasi aumento dell’apporto calorico può causare la steatosi. Le bevande zuccherate e l’alcol sono citati come colpevoli comuni, in quanto aggiungono calorie alla dieta ma non hanno un chiaro valore nutrizionale. Tendiamo a non contare le calorie dei liquidi ed è facile consumarne molte in un breve periodo di tempo”.

#2 Chi è a rischio

Il dottor Angstadt ci dice: “Oggi la maggior parte della steatosi è legata al peso. I pazienti a rischio sono quelli con un indice di massa corporea superiore a 30″. L’indice di massa corporea o IMC mette in relazione il peso con l’altezza ed è un indicatore generale dell’eccesso di peso sul corpo. Con l’aumento dell’IMC aumenta anche il rischio di depositare grasso nel fegato. La steatosi è presente anche in pazienti con diabete, sindrome metabolica e pazienti che assumono alcuni tipi di farmaci”.

#3 I pericoli della steatosi per la salute

“La steatosi rappresenta un rischio significativo se la malattia progredisce”, afferma il dottor Angstadt. “In alcuni pazienti il grasso nel fegato provoca una reazione infiammatoria chiamata steatoepatite. Questa infiammazione può portare alla formazione di cicatrici nel fegato, segno distintivo della cirrosi. Una volta che il tessuto cicatriziale si forma, non può essere rimosso o trattato, per cui il trattamento migliore consiste nell’evitare la progressione della malattia”.

#4 Come eliminare il grasso dal fegato

Secondo il dottor Angstadt, “la perdita di peso è il modo migliore per ridurre o eliminare il grasso nel fegato. È possibile perdere peso con la dieta e l’esercizio fisico, ma se il peso da perdere è significativo (IMC superiore a 35), le opzioni chirurgiche offrono un risultato migliore. Se si soffre di diabete, è fondamentale tenere sotto controllo la malattia. Se vi è stato detto che avete il fegato grasso, è meglio evitare qualsiasi tipo di alcol. Il Dr. Angstadt sottolinea che è utile trovare un buon programma e una rete di supporto. “Lo Staten Island University Hospital dispone di un programma completo di perdita di peso medico e chirurgico. Utilizzando i più recenti progressi medici, aiutiamo i nostri pazienti a raggiungere una perdita di peso sicura dal punto di vista medico e a ridurre il rischio di sviluppare malattie che accorciano la vita. Vivete più a lungo e meglio”.

#5 5 segni di steatosi

Il dottor Angstadt afferma: “La maggior parte dei pazienti affetti da steatosi non presenta sintomi, il che rende la malattia più pericolosa. Alcuni pazienti notano i seguenti sintomi:

  • dolore o pienezza nel quadrante superiore destro del fegato
  • perdita di appetito
  • nausea
  • Colore giallo degli occhi o della pelle (stadi più avanzati)
  • Gonfiore della pancia (stadi più avanzati)


Tutte le nostre news anche su Google News: clicca su SEGUICI, e poi sul pulsante con la stella!
SEGUICI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.