Quattro modi semplici e veloci per capire se il pollo crudo è da buttare

Sapevate che 1 pezzo di pollo su 4 contiene batteri che possono farvi ammalare? Secondo i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), ogni anno 48 milioni di persone si ammalano a causa di una malattia alimentare e 1 milione di questi casi proviene dal pollame.

Abbiamo consultato Heather Danielson, MA, RDN, direttore dei servizi per gli ospiti del Banner Del E. Webb Medical Center di Sun City, AZ, per sapere come verificare se il pollo è buono da mangiare o se è il caso di buttarlo via; ma prima, ecco perché il pollo può essere pericoloso.

Perché il pollo crudo fa male

Il pollame è un alimento TCS (time/temperature control for safety). Ciò significa che è molto probabile che diventi pericoloso se non viene maneggiato correttamente, sia crudo che cotto.

“Il pollo crudo offre un buon ambiente per batteri come la salmonella non tifoidea, che proviene da animali da allevamento e persone”, ha detto Danielson. “Dato che la maggior parte del pollo che acquistiamo viene maneggiato in molti modi, ci sono molte opportunità per quel pollo di essere esposto a diversi batteri”.

Questi batteri pericolosi possono essere trasmessi se il pollo è poco cotto, ma anche se il pollo crudo entra in contatto con i piani di lavoro, i taglieri o altri alimenti.

“Le misure preventive per evitare di contrarre una malattia alimentare consumando pollo crudo includono la cottura alla temperatura interna minima, l’attenzione a evitare la contaminazione incrociata da altri alimenti e l’accertamento che la persona che manipola il cibo non abbia segni di malattia, come diarrea o vomito”, ha detto Danielson. “È anche importante lavarsi le mani per almeno 20 secondi con acqua calda e sapone per evitare la diffusione dei germi”.

4 modi per capire che il pollo è avariato

Che sia congelato o crudo, ecco come capire se è arrivato il momento di imbustarlo e buttarlo via.

Data di scadenza

Controllare la data di scadenza è il primo passo per capire se il pollo crudo è sicuro da mangiare. Se la data stampata è passata, la qualità della carne potrebbe non essere più buona.

“Come regola generale, se il pollo crudo ha una data di scadenza, usatelo o congelatelo solo entro 3-5 giorni da quella data”, ha detto Danielson. “Se avete acquistato del pollo pronto per il consumo, può essere conservato fino a una settimana se tenuto a 41 gradi Fahrenheit o meno”.

Il pollo congelato non cotto può durare circa 9-12 mesi nel congelatore. Date un’occhiata a questi consigli per scongelare e scongelare correttamente la carne.

Colore e confezione

Il pollo fresco crudo dovrebbe avere una tonalità rosa e le parti grasse dovrebbero essere bianche. Se è di colore giallo o grigio, presenta muffa o una sfumatura di colore diverso, è ora di buttarlo.

Quando acquistate il pollo surgelato, controllate che non ci siano segni di scongelamento e ricongelamento. “Si tratta di macchie fluide sulla confezione e di liquidi congelati sul cibo o all’interno della confezione”, ha detto Danielson. “Questo mostra segni di abuso di tempo e temperatura e dovrebbe essere scartato”.

Odore

Il pollo avariato ha un odore strano e sgradevole. Il pollame fresco crudo può non essere del tutto privo di odore, ma non dovrebbe avere un odore sgradevole. Se l’odore è acre, va eliminato.

Sentite

Se l’aspetto e l’odore sono buoni, ma la sensazione è di viscidità, appiccicosità o secchezza dovuta a bruciature da congelamento, è il momento di dire addio. “Il pollo crudo può avere una sensazione di viscidità, ma se lo è anche dopo averlo sciacquato e asciugato, non è più buono”, dice Danielson.

Un altro test consiste nel premere sulla carne. Se la carne è così morbida da lasciare un’impronta, probabilmente è andata a male.

C’è un modo per recuperare il pollo andato a male?

“Non vale la pena rischiare”, dice Danielson. L’ultima cosa che si vuole è rimanere rintanati in bagno con un’intossicazione alimentare.

Altri consigli per evitare di ammalarsi?

Dopo aver acquistato il pollo crudo al negozio, conservatelo immediatamente a casa nel frigorifero o nel congelatore. Non lasciatelo sul bancone o in qualsiasi altro luogo non refrigerato a meno di 40 gradi Fahrenheit.

Quando cucinate il pollo, controllate sempre due volte con un termometro per assicurarvi che il pollame sia cotto correttamente. “Il pollo deve essere cotto almeno a 165 gradi Fahrenheit”, ha detto Danielson. “Assicuratevi di rilevare la temperatura nella parte più spessa del pollo e di fare almeno due letture in punti diversi”.

Quanto dura il pollo cotto?

Il pollo è stato cucinato, ma quanto durerà nel frigorifero? È meglio consumarlo entro quattro giorni. Potete anche conservare il pollo cotto nel congelatore se avete bisogno di un po’ più di tempo.

Se avete mangiato avanzi discutibili, ritenetevi fortunati. Il cibo vecchio potrebbe essere pericoloso da mangiare anche se supera tutti i test (cinque sensi). Potreste pensare di avere uno stomaco di ferro, ma tenetelo a mente: 3.000 persone muoiono ogni anno per malattie di origine alimentare. Non ne vale la pena.

Change privacy settings