5 curiosità che non sai sul Grana Padano. Le risposte

Intorno all’anno Mille, dopo diversi mesi di tentativi, i monaci cistercensi dell’Abbazia di Chiaravalle trovarono la formula del Grana Padano: consisteva nella cottura del latte con aggiunta di caglio e successivamente sottoporre il composto a salatura e stagionatura. Ottenendo uno dei formaggi più gradito e utilizzato nelle ricette tradizionali della cucina italiana. Vediamo le 5 caratteristiche che rendono questo formaggio speciale

1 – I MONACI DI CHIARAVALLE – Durante l’anno Mille i monaci cistercensi avviarono una bonifica trasformando campi non utilizzati in pascoli per il bestiame. Questo porto ad una enorme produzione di latte e ci si pose il problema di come conservare tutto questo latte. Furono quindi proprio i monaci che dopo svariati tentativi a trovare la formula giusta per la sua conservazione/trasformazione.

2 – 500 LITRI DI LATTE – Per la produzione di una sola forma di Grana Padano servono circa 500 litri di latte. Esistono solo 3 tipi di stagionature per il Grana Padano:

  • 20 mesi
  • 16 mesi
  • da 9 a 16 mesi

Durante il processo di stagionatura bisogna tenere il composto in una temperatura costante tra i 15 gradi e i 22 gradi, dove il formaggio modificherà il proprio sapore, la sua consistenza e alcune caratteristiche chimiche e fisiche. Una sola forma di Grana Padano deve pesare minimo 24 kg e mai più di 40 kg. Il suo diametro deve essere compreso tra i 35 e i 45 centimetri e l’altezza tra i 18 e i 25 centimetri.

3 – PROTEINE E CALCIO – È uno dei formaggi più versatili e ricchi di nutrimenti, è infatti possibile usarlo per svezzare i neonati, per gli sportivi, praticamente adatto a tutti. Bastano 5 grammi (un cucchiaino) per otterenere 1,65 di proteine e 58 milligrammi di calcio oltre ad insaporire le pietanze. Altre caratteristiche sono:

  • valina
  • isoleucina e leucina
  • fornisce energia immediata
  • contrastala produzione di acido lattico
  • aiuta a riparare le fibre muscolari

4 – PER GLI INTOLLERANTI AL LATTOSIO – Il Grana Padano è completamente privo di lattosio grazie al fatto che durante il processo di trasformazione un processo naturale il lattosio di separa dalla cagliata la quale viene utilizzata per fare il formaggio. Il pochissimo lattosio che rimane nella cagliata si degrada durante il processo di stagionatura fino a sparire del tutto.

5- PRODOTTO IN 5 REGIONI – Nel 1996 finalmente il Grana Padano diventa un prodotto DOP, che significa denominazione di origine protetta e viene prodotto solo in 5 regioni italiane:

  • Piemonte
  • Lombardia
  • Veneto
  • Emilia-Romagna
  • Trentino-Alto Adige

Il Grana Padano è prodotto rigorosamente da latte proveniente solo da mucche Frisone italiane e Brune Alpine con processi e metodi rigidamente regolamentati.