Ti sei mai chiesto, come mai i papi cambiano nome una volta eletti? La risposta

Il vero nome di Papa Francesco è Mario Bergoglio, nonostante sia un gesuita ha scelto un nome legato ad un’altro ordine religioso. Aveva la ferma volontà di rimarcare la sua vicinanza ai più poveri.

L’usanza, dei papi, di cambiare nome una volta eletti risale al lontano anno 533, quando Papa Giovanni decise, una volta eletto, di cambiare il suo nome di nascita perchè considerato fuori luogo per la carica. Il suo nome era Mercurio ed essendo un Dio pagano non fu ritenuto adeguato. Ci sarebbe anche da sottolineare che il cambio del nome da quel momento fu una dimostrazione di totale dedizione alla carica e al nuovo incarico.

Più avanti negli anni la pratica di cambiare il nome cominciò a consolidarsi infatti intorno all’anno Milla Pietro Buccaporca una volta eletto scelse di cambiare nome per rispetto nei confronti di San Pietro, da quel momento tutti i successivi papi cambiarono nome dopo l’elezione.

Il nuovo nome per tutti i papi viene scelto solo sulla base di motivi personali che variano da Papa a Papa,  per esempio qualcuno lo cambia per semplice ammirazione di un Papa precedente oppure semplicemente per mostrare vicinanza e continuità o distanza e differenza rispetto ad un precedente Pontefice.

Il cardinale Bergoglio che è un gesuita ha scelto di prendere il nome di Francesco che è il fondatore dell’ordine dei francescani. Vediamo sotto i nomi più comunemente utilizzati, nella storia, dai Pontefici una volta eletti:

  • Giovanni – usato 23 volte
  • Gregorio – usato 16
  • Benedetto – usato 16
  • Clemente – usato 14
  • Innocenzo – usato 13
  • Leone – usato 13
  • Pio – usato 12

Altri articoli interessanti sui siti del nostro network:



Tutte le nostre news anche su Google News: clicca su SEGUICI, e poi sul pulsante con la stella!
SEGUICI